Il Campus estivo a Pontecagnano Faiano continua con le sue sorprese e allieta le giornate dei più piccini.

Il Campus promosso dal Comune di Pontecagnano ed organizzato dalla Cooperativa Progetto 2000 in collaborazione con New Age Animazione ed Eventi e vede la partecipazione di oltre 200 bimbi continua nelle sue esilaranti avventure e conosce nuove associazoni. Venerdì, al Campus sono arrivate le associazioni Legambiente e Mascheranova. L’associazione teatrale Mascheranova che opera con successo ormai da decenni sul territorio dei picentini, ha portato all’interno del Campus una interpretazione di Peter Pan, che nasce come personaggio letterario nel 1902 grazie alla penna magica dello scrittore scozzese James Matthew Barrie, autore di due testi e di una opera teatrale in cui un giovane, di nome Peter Pan, si rifiuta di crescere, può volare e trascorre la sua infanzia sull’Isola che non c’è e nella interpretazione di Mascheranova, i bimbi hanno non solo conosciuto il personaggio principale ma anche pirati, indiani e fate di questo “bimbo mai nato”. L’associazione nazionale Legambiente rappresentata dal circolo locale “Occhi Verdi”, ha dato vita ad un laboratorio artigianale in cui i bambini sono stati divisi tra “dispersi” e “pirati”, pertanto sempre a tema Peter Pan, dove con grande impegno e coadiuvati dal personale presente, hanno creato una serie di cappellini colorati e tante barchette di carta. Nel pomeriggio è stata la volta dell’associazione Iride, che da sempre si batte per sensibilizzare sul tema del bullismo e sempre nel Campus ha tenuto il laboratorio “Caccia al bullo”, dove con i bambini si è parlato di bullismo attraverso una caccia al tesoro. I bimbi infatti sono stati divisi in quattro squadre, e, attraverso le varie prove, i nostri piccoli hanno conosciuto il fenomeno del bullismo arrivando ad inventare vari slogan meravigliosi e molto significativi. Il Lunedì invece è stata la volta del laboratorio di cucina in cui i piccoli, hanno imparato a fare la pasta, creando dei deliziosi gnocchetti tra sorrisi e tanto divertimento. Stamane invece è stata la volta dell’associazione culturale Saremo Alberi, che attraverso una sorta di spettacolo ha dato vita a tanti piccoli esperimenti scientifici dal titolo “Lo scienziato pazzo”. Proprio grazie ad uno scienziato strampalato, i bimbi, sbirciando il suo stranissimo laboratorio, le sue improponibili pozioni, hanno compreso il significato di alcuni fenomeni che hanno coinvolto frutta, ortaggi e tanto altro, tanto materiale fuoriuscito ma con un unico grande significato, un unico messaggio dove ogni essere è funzionale alla vita del nostro amato pianeta Terra….l’avventura continua.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *