Regionali 2020: PD – 5 stelle due facce della stessa medaglia? Ecco i nomi

A cura di Sara Di Matteo

PD – 5 stelle due facce della stessa medaglia? A quanto pare NO.

Diversamente da come si vociferava, a quanto pare, i due partiti saranno rivali nelle prossime elezioni della Regione Campania, i democratici infatti proporranno un progetto di continuità con De Luca Presidente, I pentastellati rispondono proponendo Costa.

Insomma, uno scenario distante dall’attuale maggioranza parlamentare che ci lascia intuire che, nonostante i buoni propositi degli intermediari sfuma l’idea di coalizione ma le due parti scenderanno in campo separatamente.

Rappresenta questa divisione un punto di forza per il centro destra? Staremo a vedere.

La direzione del Pd regionale della Campania si è conclusa con la votazione unanime di un documento della segreteria, il PD infatti sostiene unitariamente la candidatura a presidente del governatore uscente e si impegna per realizzare a suo sostegno la più ampia coalizione sulla base di un programma condiviso.
La delegazione trattante sarà composta dai 5 segretari provinciali più il segretario regionale per la costruzione del campo largo. Per liste e candidature il PD impone la candidatura ai tesserati esclusivamente nelle liste dem.

Un NO secco dei grillini che da mesi continuano a bocciare la ricandidatura di Vincenzo De Luca proponendo invece un’alternativa lanciando la discesa in campo del ministro dell’ambiente Sergio Costa: “La Campania, la mia terra, è più importante di me stessa, delle mie ambizioni personali, e credo che noi abbiamo il dovere di dare risposte e lavorare per restituirle finalmente un futuro nuovo. Per far questo – ha dichiarato la capogruppo alla Regione Valeria Ciarambino – è essenziale riuscire a parlare a tutti coloro che hanno a cuore il destino della Campania, anche a quei cittadini che, pur condividendo i nostri stessi valori, non si sono mai riconosciuti nel nostro Movimento. Con umiltà sento di dire che c’è una persona più capace di me di parlare a tutti. Questa persona per me è Sergio Costa oggi ministro dell’ambiente, un uomo dello Stato, che da generale dei carabinieri ha combattuto contro chi ha avvelenato l’ambiente”.

In campo Con i pentastellati ci saranno 9 salernitani.

I candidati sono stati eletti il 20 febbraio sulla piattaforma Rousseau, ecco i criteri di elezione:
Ogni iscritto poteva esprimere fino a un massimo di tre preferenze e votare per la propria provincia di residenza, il risultato ha portato ad individuare 50 nomi da inserire in lista, scelti in proporzione rispetto alla popolazione della provincia.

Michele Cammarano di Capaccio Paestum. Enrico Farina di Battipaglia,
Fabio Paolucci di Salerno;
Francesco Virtuoso di Salerno;
Alessandra Petrosino di Sant’Egidio del Monte Albino;
Pasquale Milite di Nocera Inferiore;
Carmela Bufano di Battipaglia;
Tiziana Crusco di Sapri;
Cosimo Panico di Nocera Inferiore.

Un pensiero riguardo “Regionali 2020: PD – 5 stelle due facce della stessa medaglia? Ecco i nomi

  • Febbraio 26, 2020 in 3:40 pm
    Permalink

    Vorrei solo augurarmi che chiunque esca al potere faccia gli interessi delle ma terre dei ns giovani che nn lavorano e nn hanno alcuna speranza x il sud.Valorizzarecle ns terre e il turismo e’di primaria importanza e fare nascere la microeconomia anziché far insediare i grandi distributori del Nord e chiudere i ns negozi del sud.

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *